Login

logotype

Lettera al Commissario della Riserva

Vota questo articolo
(0 Voti)
Al Direttore Regionale Ambiente e Sistemi naturali
Dott. Vito Consoli
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
p.c. All’Assessore Rapporti con il Consiglio, Ambiente e Rifiuti
Dott. Mauro Buschini
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Oggetto: Piano di Gestione della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano
 
Il 30 di marzo u.s. l’Ente Nazionale della Aviazione Civile (ENAC) ha depositato presso il Ministero dell’Ambiente la documentazione per l’ottenimento della Verifica di Impatto Ambientale (VIA) per poter realizzare, presso l’aeroporto internazionale Leonardo Da Vinci di Fiumicino, la quarta pista, l’aerostazione e una autostrada di connessione a dette infrastrutture.
Queste opere ricadono, salvo una piccola porzione, nell’ex “Stagno di Maccarese o Lago Campo Salino”, facente parte della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano ed in particolare delle aree 1 e 2.
La Riserva, come sa, è stata istituita con D. M. del 29 marzo 1996, mentre la riperimetrazione è stata pubblicata con D.M. n. 311/2013.
Nella “Sintesi non tecnica” del “MASTER PLAN 2030, STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE” - reperibile nel sito del Ministero dell’Ambiente e tutela del Mare( http://www.va.minambiente.it/it-IT/Oggetti/Info/1663) di cui le allego, per semplicità, solo le pagine 34 e 35 del paragrafo 3.7.5 “Gli elementi e i percorsi per assicurare le coerenze”- la stessa ENAC, in assenza del Piano di Gestione della Riserva (PdG), per ovviare alle norme delle Zone di tipo 2, prevede un percorso amministrativo conforme all’arto 8 del Decreto istitutivo della Riserva, mentre per il superamento dei vincoli (totale in edificabilità) contemplati nelle Zone di tipo 1, ipotizza un percorso amministrativo a dir poco fantasioso e innovativo, che vedrebbe l’esclusione degli Enti gestori della Riserva, ovvero Roma Capitale e il Comune di Fiumicino. Argomento di deperimetrazione sul quale la Commissione di Riserva, a suo tempo, ha espresso la sua contrarietà (vedere allegato).
Alla luce di questi preoccupanti avvenimenti riteniamo che sia improrogabile l’invio del Piano di Gestione della Riserva, ed ogni altro documento, alle autorità competenti per l’approvazione. Impegno da Lei ribadito in occasione dell’ultimo incontro effettuato con le realtà associative organizzatrici del Convegno “La Riserva: tutela e sviluppo” svoltosi in Maccarese il 7 aprile del 2016, a cui Lei, insieme ad altre insigne personalità del mondo scientifico e ambientalista, ha dato un rilevante contributo.
Dati i buoni rapporti da sempre intercorsi con Lei e la sua Direzione, ci teniamo ad informarLa che nei prossimi giorni l’Associazione FuoriPISTA organizzerà una serie di iniziative pubbliche allo scopo di sollecitare l’immediato invio e approvazione del Piano di Gestione, che visto il precipitare degli eventi, resta uno strumento essenziale per contrastare l’avvio della distruzione di una parte del territorio dell’Agro Romano ricompreso nella Riserva.Certi di un positivo riscontro si porgono distinti saluti.
 
Fiumicino 10 aprile 2017
 
Associazione FuoriPISTA
 
Il Presidente
 
 
Dott. Massimiliano Mattiuzzo

Approfondimenti

In evidenza

Iscriviti alla Newsletter

2017  Comitato FuoriPista