logotype

Più efficiente, non più grande.

UNITI CONTRO IL RADDOPPIO DELL'AEROPORTO
IN DIFESA DI UN PATRIMONIO

Valorizziamo la nostra terra in nome dell'ambiente, della salute e della biodiversità

VALORIZZIAMO L'AGRICOLTURA

Un bene prezioso, fonte di reddito e volano per l'economia locale

Login

Venerdì, 16 Giugno 2017 13:49

Comitato e Associazione FuoriPISTA manifesteranno insieme ad oltre quaranta associazioni il 17 Giugno, per sostenere la lotta intrapresa contro la realizzazione di nuovi impianti per la gestione dei rifiuti.

Domenica, 04 Giugno 2017 08:32

L’Associazione FuoriPISTA ha inviato al Ministero dell’Ambiente le Osservazioni al Progetto “Aeroporto di Fiumicino – Master Plan 2030”, per la Valutazione di impatto Ambientale (VIA)  firmate insieme a numerose associazioni: FAI – Fondo Ambiente Italiano; Italia Nostra Lazio; Legambiente Lazio, WWF Nazionale; Italia Nostra Litorale; Pro Loco Fregene e Maccarese; Comitato Promotore Sistema Integrato Parco Archeologico Fiumicino-Ostia; Associazione 99 Fontanili; Comitato FuoriPISTA, Associazione l’Albero; Nuovo Comitato Cittadino Focene; Associazione Terrre; Associazione Pesce Luna.

Domenica, 28 Maggio 2017 23:22

Sabato 27 maggio il Comitato Fuoripista, insieme alle altre realtà che hanno contribuito alla stesura della documentazione, ha inviato al Ministero dei Trasporti le osservazioni relative a "Aeroporto di Fiumicino - Masterplan 2030" proposto da ENAC.

Il documento contiene un'analisi tecnica svolta sulla base della documentazione sottoposta a Valutazione di Impatto Ambientale da parte di ENAC, evidenziando incongruenze, omissioni e lacune in essa contenuti.

Vi invitiamo a prenderne visione.

 

Mercoledì, 26 Aprile 2017 18:06

Esprimiamo profonda preoccupazione per l’inspiegabile ritardo che sta subendo l’iter relativo al Piano di Gestione della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano, alla quale un anno fa abbiamo dedicato un Convegno che celebrava il ventennale dalla sua istituzione, portando in tal modo un apprezzato contributo alla elaborazione del Piano di gestione stesso.
Tale ritardo potrebbe avere conseguenze dirette sulla decisione della Commissione VIA del Ministero dell’Ambiente di autorizzare l’espansione dell’Aeroporto di Fiumicino in Zona 2 della Riserva stessa. Riteniamo non più prorogabile la presentazione da parte del Commissario ad Acta, Vito Consoli, del Piano di Gestione e del relativo Regolamento al fine della loro approvazione. Ulteriori ritardi non sono accettabili perché compromettono la destinazione d’uso del territorio e la Riserva stessa, che è stata una conquista dei cittadini, frutto di lunghe e annose battaglie.
Rivolgiamo al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, ai Sindaci di Roma Virginia Raggi e di Fiumicino Esterino Montino, gestori ciascuno per la propria parte della Riserva, un appello pressante perché intervengano con urgenza per sollecitare la presentazione e l’approvazione del Piano di Gestione della Riserva.

 

Associazione FuoriPISTA – Associazione 99 Fontanili – Proloco Fregene-Maccarese
Comitato Promotore Parco Archeologico - Dolcespiaggia

Martedì, 18 Aprile 2017 22:21

Il Comitato FuoriPISTA chiede la pubblicazione urgente del

Piano della Regione Lazio per Mobilità, Trasporto e Logistica

che esclude il Raddoppio

 

l Comitato FuoriPISTA chiede al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e all’Assessore alla Mobilità Michele Civita di approvare urgentemente il Piano Regionale della Mobilità Trasporto e Logistica (PRMTL), almeno per la sezione riguardante Porti e Aeroporti, con un’apposita delibera della Giunta Regionale.

Nella corposa documentazione che l’ENAC ha depositato il 30 marzo scorso per ottenere la Valutazione di Impatto Ambientale per Fiumicino Nord, si lascia intendere che – sulla base di un testo preliminare alla stesura del PRMTL risalente al 2014 -  la Regione Lazio concordi sul progetto di Raddoppio dell’aeroporto.

Questo contrasta nettamente con quanto affermato in diversi incontri da noi avuti con l’Assessore alla Mobilità, con il suo staff, con esponenti della maggioranza che lo sostiene e, soprattutto, con il programma elettorale che ha portato all’elezione di Zingaretti, laddove dichiara di essere favorevole “all’ammodernamento e al potenziamento, nei limiti dell’attuale sedime aeroportuale, dell’aeroporto “Leonardo da Vinci

Il Comitato FuoriPISTA ha contribuito in numerose occasioni pubbliche alla definizione del PRMTL, sia evidenziando, sulla base di oggettivi dati di traffico, l’inutilità del Raddoppio sia elaborando un proprio Progetto Alternativo per il potenziamento dell’aeroporto di Fiumicino, dove dimostra come si possa ottenere la capacità di traffico prevista da ENAC-ADR nel 2044, senza  invadere la Riserva del Litorale Romano, evitando così una colata di cemento su un’area protetta e l’esproprio di centinaia di abitazioni e di piccole e medie aziende agricole.

Non meraviglia che AdR e ENAC utilizzino generici riferimenti a versioni preliminari  del PRMTL per portare l’acqua dalla loro. Ancora una volta, e non è certo l’unica, registriamo forzature e torsioni di posizioni tratte dai documenti ufficiali per volgerle a proprio sostegno:  in gioco c’è infatti una speculazione finanziaria e fondiaria, basata sul cemento, di ben oltre 12 miliardi di euro!

Attendiamo perciò che il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e l’Assessore alla Mobilità, Michele Civita dichiarino pubblicamente la loro contrarietà al raddoppio dell’Aeroporto e lo facciano attraverso atti politici amministrativi che sanciscano l’immediata approvazione del PRMTL .

È finito il tempo dell’attendismo e delle dichiarazioni verbali, è ora di passare ai fatti!

Mercoledì, 12 Aprile 2017 14:13
Al Direttore Regionale Ambiente e Sistemi naturali
Dott. Vito Consoli
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
p.c. All’Assessore Rapporti con il Consiglio, Ambiente e Rifiuti
Dott. Mauro Buschini
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Oggetto: Piano di Gestione della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano
 
Il 30 di marzo u.s. l’Ente Nazionale della Aviazione Civile (ENAC) ha depositato presso il Ministero dell’Ambiente la documentazione per l’ottenimento della Verifica di Impatto Ambientale (VIA) per poter realizzare, presso l’aeroporto internazionale Leonardo Da Vinci di Fiumicino, la quarta pista, l’aerostazione e una autostrada di connessione a dette infrastrutture.
Queste opere ricadono, salvo una piccola porzione, nell’ex “Stagno di Maccarese o Lago Campo Salino”, facente parte della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano ed in particolare delle aree 1 e 2.
La Riserva, come sa, è stata istituita con D. M. del 29 marzo 1996, mentre la riperimetrazione è stata pubblicata con D.M. n. 311/2013.
Nella “Sintesi non tecnica” del “MASTER PLAN 2030, STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE” - reperibile nel sito del Ministero dell’Ambiente e tutela del Mare( http://www.va.minambiente.it/it-IT/Oggetti/Info/1663) di cui le allego, per semplicità, solo le pagine 34 e 35 del paragrafo 3.7.5 “Gli elementi e i percorsi per assicurare le coerenze”- la stessa ENAC, in assenza del Piano di Gestione della Riserva (PdG), per ovviare alle norme delle Zone di tipo 2, prevede un percorso amministrativo conforme all’arto 8 del Decreto istitutivo della Riserva, mentre per il superamento dei vincoli (totale in edificabilità) contemplati nelle Zone di tipo 1, ipotizza un percorso amministrativo a dir poco fantasioso e innovativo, che vedrebbe l’esclusione degli Enti gestori della Riserva, ovvero Roma Capitale e il Comune di Fiumicino. Argomento di deperimetrazione sul quale la Commissione di Riserva, a suo tempo, ha espresso la sua contrarietà (vedere allegato).
Alla luce di questi preoccupanti avvenimenti riteniamo che sia improrogabile l’invio del Piano di Gestione della Riserva, ed ogni altro documento, alle autorità competenti per l’approvazione. Impegno da Lei ribadito in occasione dell’ultimo incontro effettuato con le realtà associative organizzatrici del Convegno “La Riserva: tutela e sviluppo” svoltosi in Maccarese il 7 aprile del 2016, a cui Lei, insieme ad altre insigne personalità del mondo scientifico e ambientalista, ha dato un rilevante contributo.
Dati i buoni rapporti da sempre intercorsi con Lei e la sua Direzione, ci teniamo ad informarLa che nei prossimi giorni l’Associazione FuoriPISTA organizzerà una serie di iniziative pubbliche allo scopo di sollecitare l’immediato invio e approvazione del Piano di Gestione, che visto il precipitare degli eventi, resta uno strumento essenziale per contrastare l’avvio della distruzione di una parte del territorio dell’Agro Romano ricompreso nella Riserva.Certi di un positivo riscontro si porgono distinti saluti.
 
Fiumicino 10 aprile 2017
 
Associazione FuoriPISTA
 
Il Presidente
 
 
Dott. Massimiliano Mattiuzzo
Venerdì, 07 Aprile 2017 15:04
Gravissimo atto di irresponsabilità da parte dell’ENAC.
 
Nel bel mezzo della crisi Alitalia, che alla perdita di posti di lavoro rischia di aggiungere la trasformazione del più grande aeroporto del Paese in un mega aeroporto low cost e subito dopo la pubblicazione dei dati sul traffico aereo 2016 che dimostrano che dal 2008 il Leonardo da Vinci, senza l’apporto dei low cost, è inchiodato sui 30 milioni i passeggeri/anno, l’Ente Nazionale Aviazione Civile (Enac) ha depositato giovedì scorso, 30 marzo, presso il Ministero dell’Ambiente la documentazione con la quale si dà il via alla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA). A differenza di altre volte, quando simili eventi sono stati accompagnati da roboanti conferenze stampa, annunci e valanghe di slides e articoloni della stampa amica, questa volta il tutto è avvenuto alla chetichella. Giusto l’avviso di legge a corpo 6. su qualche quotidiao del 31 marzo. In estrema sintesi si tratta della procedura di VIA per la realizzazione a Nord al di fuori dell’attuale sedime della Quarta Pista con accanto la sua brava pista di rullaggio, una nuova Aerostazione, nuovi svincoli autostradali e quant’altro, con conseguente distruzione di una parte significativa della Riserva. In pratica, siamo alla prima fase del Raddoppio, il Masterplan al 2030 di Fiumicino Nord: nessun cambiamento rispetto a quanto stabilito dalla Convenzione-Contratto di Programma Enac-AdR
approvata dal governo di Mario Monti nel dicembre 2012.E ciò a dispetto delle reiterate denunce che hanno svelato i vari stratagemmi a cui sono ricorsi per approvare un’opera la cui inutilità è stata palese fin dall’inizio ma che gli anni successivi si sono incaricati di sconfessare, dando il tempo di capire meglio la sua natura prettamente speculativa sotto il profilo finanziario, fondiario e edilizio. Non si fermano di fronte all’evidenza di stime di crescita del traffico aereo evidentemente gonfiate e che da un lato i dati degli ultimi anni, ma dall’altro anche il Piano Nazionale degli Aeroporti del 2014 hanno drasticamente ridimensionato.Non si fermano davanti ai giochini di trasferire tutti i voli low cost attuali e futuri a Fiumicino per compensare la mancata crescita di passeggeri, anche se ciò significa dequalificare il maggiore aeroporto del Paese. Non si vogliono fermare quando viene dimostrato in modo scientificamente e tecnicamente ineccepibile che non servono ulteriori piste per smaltire i volumi di traffico che le loro
fantasmagoriche stime dichiarano. Il Progetto Alternativo elaborato dagli esperti che hanno collaborato con il Comitato FuoriPISTA non si è limitato a dimostrare l’inutilità della quarta Pista, per la quale ora viene chiesta la VIA, ma ha anche offerto un’alternativa reale basata sull’utilizzo di differenti procedure di atterraggio/decollo in uso presso altri aeroporti internazionali.
 
2017Comitato FuoriPista